ESEA: Il recap di metà Stagione
NEWS
Pubblicato il 15 February, 2019

ESEA: Il recap di metà Stagione

FischiX Gianni Chianucci
@FischiX
🦉 Official Gufo. Main Caster di Kniferound e Dreamhack Italia
Twitter Facebook

Siamo arrivati al giro di boa di questa 30° edizione della ESEA League, ed i risultati e le quotazioni dei team Italiani sono in caduta libera.

Forse il freddo e le abbuffate festive hanno contribuito, ma difficilmente ci si poteva aspettare una situazione così in controtendenza rispetto alle ultime edizioni, con veramente tanti team in difficoltà e poche soddisfazioni in generale.

La realtà racconta che molti rischiano di perdere lo slot nella propria League, mentre altri faticano a trovare risultati ed altri ancora non hanno la costanza necessaria.

Il formato di ESEA che crea gli accoppiamenti dei match in base allo storico tende una mano e faciliterà i vari team alla ricerca di un posto ai Playoff, ma vediamo bene cosa è accaduto fino a qua.

ESEA OPEN

A braccetto in classifica ma distanti con i risultati sono gli ESC (6W-2L) e gli IGP (6W-2L); i primi sono partiti con due sconfitte per poi centrare sei vittorie consecutive (complici anche due vittorie a tavolino), mentre per gli IGP dopo un percorso netto sono arrivate due sconfitte ma con avversari non alle prime armi.

Il terzo incomodo sono le Manguste (6W-2L) che nonostante il solito problema di consistenza sono comunque riusciti a trovare un pò di ritmo, ed insieme agli altri, rimangono in corsa per un buon seed in vista dei Playoff.

Leggermente più distanti troviamo i Lion (4W-4L), che con una formazione variopinta ma ormai veterana possono puntare all'ingresso ai Playoff e vendere cara la pelle (ma occhio ad ulteriori passi falsi). Chiudono il gruppo gli HoloChrome (disband) ed i GameZone (disband).

ESEA INTERMEDIATE & MAIN

Quando non sei ne carne ne pesce ti ritrovi come i LevelTwo (2W-6L), nella league intermedia, con una formazione sulla carta buona, poca voglia ma sempre con la possibilità di fare bene grazie alle prestazioni individuali; C'è però tempo a sufficienza per risollevare la testa?

Un cambio di nome e la troppa consapevolezza di poter far bene hanno mandato in difficoltà gli OutPlayed (3W-5L), che partiti con cinque sconfitte (poi una convertita in vittoria a tavolino) lentamente sembrano aver ritrovato la tranquillità dei tempi migliori; i Playoff saranno complicati se non riprendono a vincere con una certa costanza.

ESEA ADVANCED

Era Maggio 2016 ed ancora ESEA era alla Season 22. Da qual giorno il Team Forge non ha più abbandonato la League di ESEA non professionista più alta mai raggiunta da un team Italiano... Fino ad oggi.

I risultati, al netto di problemi di formazione che portano ad un necessario assestamento, parlano di uno storico 0W-8L che è la peggior partenza di sempre; metteteci una concorrenza sempre più impegnativa anche a parità di risultati, e con i Playoff ormai messi nel dimenticatoio c'è da capire se riusciranno a salvarsi e mantenere lo slot.

Twitter Facebook
Commenti